Sysdig raccoglie un nuovo round guidato da Permira e raggiunge la valutazione di $2.5B

Spesso mi lascio andare — come nella video intervista con Marco Palladino, co-founder e CTO di Kong — sul fatto che come italiani abbiamo la possibilità di spingere di più sull’open source e sul software di base — quello che chiamo “software serio”, ma, scherzo, non è l’unico settore 😁. Oggi Sysdig ha annunciato la raccolta di un nuovo round, che porta l’azienda alla valutazione di $2.5 miliardi 🙀. Qui trovate qualche link utile: Crunchbase, VentureBeat e l’annuncio sul blog di Sysdig.

In questo settore c’è ancora tantissimo da fare, come racconta questo articolo di InfoWorld nel qualche anche Loris — Degioanni — sottolinea:

“I realized the world was changing and the techniques we were using before were not going to work in the modern world,” Sysdig CTO Loris Degioanni told InfoWorld. “Packet detection doesn’t cut it when you don’t have access to the network any more. … So we started by reinventing what data you can collect for containers by sitting on a cloud endpoint and collecting system calls, or more simply put, the process of an application interacting with the outside world.”

Leggetevi il sottotitolo dell’articolo:

A new wave of startups is looking to help developers secure their containerized applications after they go into production. Is this the future of application security?

Se siete un software engineer e volete capirne di più vi consiglio di partire da Falco, il prodotto open source che Sysdig ha donato a CNCF pensato per la security in un mondo basato sui microservice che girano in container e orchestrato tramite Kubernetes.

Sulla homepage di Falco trovate questo bellissimo video di uno dei contributor del progetto.

Se siete tecnici abbastanza… gustatevelo 😋 — a me è piaciuto un sacco: